WSBK 2020 -Rea torna alla vittoria nella Tissot Superpole Race

La gara che vede tre diverse scuderie nei primi tre posti si decide con un sorpasso all’ultima curva.

La prima Tissot Superpole Race della stagione ci ha regalato le stesse emozioni di Gara 1 con il successo del campione del mondo Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) su Toprak Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team) grazie a un grande sorpasso finale. Rea quindi in Gara 2 partirà dalla pole position davanti a Razgatlioglu e a Scott Redding (ARUBA.IT Racing – Ducati). Come in Gara 1 il nordirlandese parte dalla terza casella e prende la testa della corsa: alla curva 1 passa Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team), scattato dalla pole position. Per la maggior parte dei dieci giri in programma Rea resta al comando e si difende dagli attacchi di Razgatlioglu e Scott Redding. Sykes come già avvenuto ieri non riesce a salire sul podio anche a causa del sorpasso subìto da Redding nel corso del secondo giro. Il britannico riprende Rea e Razgatlioglu e i tre accumulano vantaggio sugli inseguitori. Il pilota Ducati prova a superare in una sola curva sia Razgatlioglu che Rea. Riesce a sorpassare il turco ed entra in contatto con il nordirlandese ma entrambi possono proseguire la loro gara.  Al quinto giro Razgatlioglu passa Redding alla curva 1 ma viene sorpassato di nuovo alla 2. Rea è in testa nei primi otto giri ma poi subisce il sorpasso di Razgatlioglu che mantiene il primo posto per una sola curva. Rea si rimette davanti e ci resta fino all’ultimo giro.  Razgatlioglu torna in testa e sembra pronto a fare doppietta in questo Round Yamaha Finance di Australia ma Rea non è dello stesso avviso. Il terzetto formato da Razgatlioglu, Rea e Redding arriva all’ultima curva dove il campione del mondo si riporta davanti al turco e va a vincere. I primi tre sulla linea del traguardo sono separati da soli 72 millesimi. Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) chiude in quarta posizione davanti a Michael van der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Team). Tom Sykes, scattato dalla pole position, arriva sesto e precede il miglior pilota Indipendente Loris Baz (Ten Kate Racing Yamaha) che nelle prime fasi di gara lotta con il gruppo di testa e conclude entro i due secondi di distacco da Rea.   Leon Haslam (Team HRC) arriva ottavo, stessa posizione di partenza, mentre Michael Ruben Rinaldi (Team GOELEVEN) chiude la gara al nono posto. Maximilian Scheib (ORELAC Racing VerdNatura) è il primo cileno della storia del WorldSBK a concludere tra i dieci di testa. Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team) dopo la caduta nel Warm Up mattutino non scenderà più in pista in questo Round a causa di una commozione cerebrale. Oltre a lui anche Eugene Laverty (BMW Motorrad WorldSBK Team) è finito a terra nel Warm Up mentre Leon Camier (Barni Racing Team) dopo la giornata di venerdì è stato dichiarato non idoneo.  

1.)  Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK)

2.)  Toprak Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team) +0.067

3.)  Scott Redding (ARUBA.IT Racing – Ducati) +0.072

4.)  Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +0.205

5.)  Michael van der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team) +1.088

6.)  Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) +1.631 

Copyright © 2017 Dorna WorldSBK. All rights reserved.