WSBK 2019 – Rea fa sua la Tissot Superpole Race davanti a Davies e Bautista!

Ai due Ducatisti non resta che inseguire mentre il campione del mondo in carica si prende la sua 73esima vittoria

La prima gara della giornata conclusiva ad Imola è stata la Tissot Superpole Race, una gara breve che non ha risparmiato lo spettacolo. L’agitazione è iniziata ancora prima della corsa per Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) che ha saltato il warm up ed è scattato dalla pia lane. Il campione del mondo del 2013 ha fatto un gran lavoro di rimonta in pista.
Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati) è scattato dalla pole position, davanti al vincitore di Gara 1 Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK), i due inglesi si sono affiancati fino alla curava 2 quando il nord-irlandese ha superato il gallese. Il leader della classifica piloti, Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati) chiude con la terza posizione, mentre Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK) resta fuori dal podio.
Un errore di Davies all’ultima chicane, ha permesso a Rea e a Bautista di avvicinarsi. Il gallese ha dovuto recuperare per non farli scappare ma il pilota della Kawasaki non ha perso tempo e ha iniziato a scappare.
Così come avevamo già visto in Gara 1, c’è stata una bella battaglia per il quarto posto, questa volta tra Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team), in testa, e Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing) e ad inseguire c’erano anche Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team) e Haslam.
Toprak Razgatlioglu non ha resistito a lungo al duello perché le sue gomme hanno iniziato a perdere aderenza e il suo distacco è aumentato progressivamente. Una cosa simile è successa a Bautista che non è riuscito ad agganciarsi al suo compagno di squadra e a soli cinque giri dalla fine, nella seconda parte della Rivazza, Davies ha chiuso all’interno senza lasciare nessuna possibilità al compagno di squadra di superarlo.
I due capitani del WorldSBK nelle ultime quattro stagioni, Rea e Davies, si sono sfidati in un faccia a faccia all’ultimo giro durante il quale hanno registrato un nuovo record della pista. Il gap è andato riducendosi ma Davies non è riuscito a tenere il passo di Rea, soprattutto perché alle sue spalle c’era Bautista.
Nelle posizioni più lontane dalla vetta, Sykes è stato impegnato a risalire per recuperare posizioni in vista di Gara 2.  Si è trovato dopo pochi giri alle spalle di Jordi Torres (team Pedercini Racing) e dopo un solo giro la sua attenzione si è spostata su Toprak. Un altro pilota da battere per l’inglese è stato il connazionale Tommy Bridewell (Team Goeleven), che ha chiuso con l’11° posto dopo essere scattato dalla sesta fila.
Comunque, Rea si è preso la vittoria, la seconda di questa stagione e la prima nella Tissot Superpole Race. Davies e Bautista si sono piazzati giusto alle sue spalle mentre van der Mark ha ottenuto il suo miglior risultato sulla pista di Imola. Lowes è tornato nella top 5 mentre Haslam è sesto. Razgatlioglu è stato superato da Sykes e finiscono in settima e in ottava posizione mentre Torre è nono. Markus Reiterberger (BMW Motorrad WorldSBK Team) conclude la top 10.
Fuori dai primi dieci troviamo una grande sorpresa, Tommy Bridewell, il sostituto di Eugene Laverty. La wildcard Lorenzo Zanetti (Motocorsa Racing) è 12° seguito da Sandro Cortese (GRT Yamaha WorldSBK), Hector Barbera (Orelac Racing VerdNatura) e Michael Ruben Rinaldi (BARNI Racing Team) a completare la zona punti.
La 73esima vittoria di Rea, la nona ad Imola, il campione del mondo in carica è più motivato che mai a regalare ancora tanto altro spettacolo in Gara 2 e i due ducatisti non staranno a guardare visto che Imola è la loro pista di casa.
I primi sei classificati nella Tissot Superpole Race. Qui i risultati completi.
1.) Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK)
2.) Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati)
3.) Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati)
4.) Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team)
5.) Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team)
6.) Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK)
Copyright © 2017 Dorna WorldSBK. All rights reserved.