WSBK 2019 – Rea è sempre più leader e firma l’ottavo successo a Portimao

Il nord-irlandese vince ancora all’Algarve International Circuit davanti a Davies e Van der Mark protagonista di una grande rimonta. Bautista è quarto al traguardo

La prima competizione dell’Acerbis Portuguese Round è stata Gara 1 del Campionato del mondo MOTUL FIM Superbike ha visto uno straordinario Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) tagliare per primo il traguardo dopo essere scattato dalla pole position. Per il nord-irlandese si tratta dell’ottava vittoria consecutiva in questa pista ed è salito sul gradino più alto del podio con tre costruttori diversi nel corso della sua carriera.
All’inizio della gara, il leader della classifica generale ha difeso la prima posizione già all’ingresso della prima curva mentre alle sue spalle Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati) si stava battendo contro il suo compagno di box Alvaro Bautista, poi scivolato fino alla 18esima lasciando posto ad Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team).
Al termine della prima tornata, Rea era al comando seguito da Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) e da Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK). Nel frattempo Chaz Davies era in quarta posizione mentre Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team) era già riuscito a risalire fino alla quinta piazza.
Mentre il terzo giro stava giungendo al termine, Davies e Van der Mark hanno tagliato fuori dai giochi Haslam ma due giri più tardi, il gallese della Ducati ha superato Sykes alla curva 1 mentre l’olandese ha risposto al ducatista passandolo alla curva 3 prima che Haslam raggiungesse il campione del mondo nel 2013 alla curva 6. Davanti a loro c’erano Razgatlioglu impegnato a difendersi da Sykes che al termine del giro è scivolato perdendo posizioni preziose. Loris Baz (Ten Kate Racing – Yamaha) è stato il primo pilota a finire fuori pista cadendo alla curva 8 e riuscendo a tornare in corsa.
Più indietro, Bautista era impegnato in un duello contro Marco Melandri (GRT Yamaha WorldSBK) per la nona piazza e si sono scambiati più volte la posizioni superandosi alla curva 9 e di nuovo alla 12. In ogni caso, Bautista è riuscito ad avere la meglio concentrandosi sulla sua nuova preda: Sandro Cortese (GRT Yamaha WorldSBK). Allo stesso tempo altri piloti erano impegnati nella lotta per la quarta posizione quando Tom Sykes è scivolato alla curva 13 senza poter festeggiare il suo rinnovo per il 2020. Il pilota del BMW Motorrad WorldSBK Team è riuscito a ripartire terminando la gara in zona punti ma in una solo in 13esima posizione.
Mentre i suoi rivali scappavano per aggiudicarsi il podio, Rea aveva già ipotecato il primo posto e stava girando con tre secondi di vantaggio per firmare la sua ottava vittoria consecutiva su questa pista.
Con ancora 11 giri da affrontare, le gomme iniziavano a cedere, Razgatlioglu ha attaccato alla curva 3 per superare Haslam. Il turco era a due secondi di distacco dalla battaglia per il podio ma è riuscito comunque a raggiungere Davies e Van der Mark. Settimo posto per Alvaro Bautista piazzatosi alle spalle Alex Lowes che ha mantenuto un ritmo costante per difendere la sesta posizione. Bautista è stato il più veloce in pista.
A nove giri dalla fine, Eugene Laverty (Team Goeleven) è tornato ai box mettendo così fine ad una performance sottotono. L’irlandese, poleman nel 2018, non è riuscito ad ottenere un risultato simile durante questa prima parte dell’appuntamento. Così la battaglia per il quarto posto è diventata una questione Kawasaki dove a sfidarsi sono stati Leon Haslam e Toprak Razgatlioglu. Ma una nuova sfida stava per nascere: Bautista stava riducendo sempre di più il suo gap e stava raggiungendo i due rivali.
Alla curva 5 quando mancavano solo sei giri dalla bandiera a scacchi, lo spagnolo della Ducati ha superato Lowes, inciampata in un errore. Allora Bautista è riuscito a prendersi la sesta posizione. La sfida per il secondo posto sembra essersi calmata visto che Davies aveva già ottenuto un passo tale da staccarsi da Van der Mark. Bautista è riuscito a superare Razgatlioglu a tre giri dalla fine approfittando del rettilineo e ha cercato di piazzarsi anche davanti ad Haslam alla curva 3, ma l’inglese ha resistito chiudendogli la porta alla curva 4.
Rea ha così tagliato per primo il traguardo allungando di 94 lunghezze il suo vantaggio nella classifica generale. Chaz Davies è riuscito a confermare il suo secondo posto dopo essere scattato dalla 12esima casella dello schieramento, anche Van der Mark ha fatto una bellissima rimonta dalla decima alla terza posizione.
Bautista chiude fuori dal podio, quarto, davanti a Leon Haslam mentre Toprak Razgatlioglu è arrivato sesto sotto la bandiera a scacchi dopo essere partito dalla 13esima posizione e confermandosi il miglior pilota indipendente. Alex Lowes termina la corsa col settimo posto davanti a Sandro Cortese, Marco Melandri e a Michael Ruben Rinaldi (BARNI Racing Team) mentre Jordi Torres (Team Pedercini Racing) completa la top 10.
I primi sei classificati. Clicca qui per vedere i risultati completi.
1.) Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK)
2.) Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati)
3.) Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team)
4.) Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati)
5.) Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK)
6.) Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing)
Copyright © 2017 Dorna WorldSBK. All rights reserved.