WSBK 2019 – Rea conquista la pole a Magny – Cours, tutte e cinque le case costruttrici ai primi dieci posti!

Il campione del mondo è il migliore nella Tissot Superpole sotto la pioggia con Bautista attardato in quinta fila 
Il meteo ha continuato a creare scompiglio al Pirelli French Round con una pioggia intensa che è caduta prima della Tissot Superpole. I tempi sul giro sono crollati verso la fine ma in un finale emozionante, Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) si è messo dietro Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team) a meno di due centesimi di secondo.
Dopo mezz’ora di ritardo dovuta alle condizioni della pista, i piloti sono usciti sul circuito di Magny – Cours colpito dalla pioggia e Rea ha immediatamente lanciato la sfida, girando quasi un secondo più veloce del suo rivale più vicino Loris Baz (Ten Kate Racing – Yamaha). Il gruppo inseguitore ha pian piano ridotto le distanze, con Michael van der Mark e Alessandro Delbianco (Althea Mie Racing Team) che hanno dimezzato il loro gap girando insieme.
A meno di 15 minuti dal termine, Loris Baz ha fermato il dominio della sessione di Rea ma la risposta del campione del mondo è stata immediata. Il nordirlandese infatti ha riconquistato la pole provvisoria con un giro eccezionale. Le condizioni erano in via di miglioramento dato che la pioggia era meno incessante e la battaglia per la pole era soltanto all’inizio di una lotta sul filo dei centesimi.
La pressione era tutta su Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati) con lo spagnolo che è tornato ai box alla fine del suo primo stint trovandosi in decima posizione. Il 34enne aveva saltato la seconda sessione di ieri sul bagnato e ha dovuto faticare molto dato che all’inizio del suo ultimo run si trovava a oltre tre secondi da Rea. Il suo compagno Chaz Davies non era messo molto meglio a causa di una caduta alla Curva 12.
Dato che il grip in pista migliorava, i tempi sul giro si abbassavano o notevolmente grazie a record personali nei vari settori. Con Jonathan Rea che ha scelto di passare dalla pit – lane all’inizio del suo ultimo run, la sua pole ha iniziato a essere in serio pericolo sotto la minaccia di Michael van der Mark che ha ridotto il gap a due decimi. Leon ha raggiunto il suo compagno di squadra nella contesa, conquistando la prima fila.
Mentre sventolava la bandiera a scacchi, Rea e van der Mark si sono trovati a lottare per la pole con il pilota Yamaha che non è riuscito a strappare la prima posizione per soli 14 millesimi e potenzialmente fermato dall’esposizione delle bandiere gialle per la caduta della wildcard Sylvain Barrier (Brixx Performance) nell’ultimo settore. Il risultato è stato che Rea è andato a prendersi la pole numero 22 della sua carriera ma il nordirlandese non si è fermato, abbassando il suo tempo di ancora un centesimo nel suo ultimo tentativo. Leon Haslam ha rafforzato la sua terza posizione con il miglior giro personale.
Michael Ruben Rinaldi (BARNI Racing Team) è stato protagonista di un grandissimo ultimo giro e partirà quarto in griglia e questo è il miglior risultato di un pilota italiano nella Tissot Superpole, mentre Loris Baz scatterà dalla quinta casella. Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) chiude i primi sei, e si qualifica ancora una volta nelle prime due file nelle sessioni di Superpole, per la 50^ volta consecutiva delle sessioni a cui ha preso parte fin qui.
Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team) conquista la terza fila con Eugene Laverty (Team Goeleven) subito dietro in ottava posizione dopo aver rischiato di trovarsi in prima fila nelle battute iniziali della sessione. A completare la terza fila troviamo Ryuichi Kiyonari (Moriwaki Althea Honda Team) che strappa il miglior risultato in Superpole in stagione, per sè e per la Honda, facendo vedere le sue capacità in condizioni difficili. Leon Camier in Gara 1 partirà dietro al suo compagno di squadra, scattando dalla decima casella, replicando il suo miglior risultato in Superpole in una stagione in cui ha dovuto affrontare uno stop forzato a causa dell’infortunio alla spalla.
Fuori dai primi dieci, ci sono i due piloti ARUBA.IT Racing – Ducati che sono attesi da una Gara 1 di rimonta con l’undicesimo posto in griglia di Chaz Davies dopo una caduta mentre Alvaro Bautista non è riuscito ad andare oltre un 14° posto e cerca ancora di tenere aperti i giochi per il mondiale. Marco Melandri (GRT Yamaha WorldSBK Team) partirà in mezzo a loro dalla tredicesima casella dopo la caduta alla curva 13, un risultato deludente dopo che ieri era tra i primi tre.
I migliori sei dopo la Tissot Superpole, per i risultati completi, clicca qui!
1.)    Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 1’53.955
2.)    Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team) +0.014
3.)    Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +0.257
4.)    Michael Ruben Rinaldi (BARNI Racing Team) +0.608
5.) Loris Baz (Ten Kate Racing – Yamaha) +0.715
6.)    Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) +1.200
Copyright © 2017 Dorna WorldSBK. All rights reserved.