WSBK 2019 – Davies fa il nuovo record e firma la Superpole

Il gallese torna a crederci e si piazza davanti a Rea che lo segue ad un decimo, Bautista a quasi un secondo di distacco. Melandri 12° è il primo italiano al traguardo.

Il sabato mattina del Pirelli Italian Round ha avuto un inizio complicato, la caduta di Michael Ruben Rinaldi (Barni Racing Team) alla curva 7, la Villeneuve, ha costretto i commissari ad esporre la bandiera rossa. Dopo essere tornati in pista Sandro Cortese (GRT Yamaha WorldSBK) e Leon Camier (Moriwaki Althea Honda Team) sono scivolati alla curva 4, la sessione è stata interrotta per la seconda volta dalle bandiere rosse in cinque minuti dal via.
Una Tissot Superpole movimentata che, dopo il terzo via è continuata senza ulteriori interruzioni. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) è stato il più veloce nella terza sessione di prove libere ed è migliorato di un secondo rispetto al venerdì. Con lo stesso passo ha intrapreso la Tissot Superpole, stando davanti a tutti e interpretando la pista di Imola come uno che qui ha ottenuto 11 podi. Ma ricordiamo che questa è la pista di casa della Ducati e Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati) non poteva trovare un’occasione migliore per tornare ad imporsi. Il gallese si sta adattando sempre di più alla Panigale V4 R e firma il miglior tempo della Tissot Superpole davanti al pubblico italiano.
L’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari si conferma un territorio dominato dai piloti inglesi.  Cinque piloti del Regno Unito nelle prime sei posizioni, l’unica eccezione è Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati) che per la prima volta dall’inizio del campionato fatica a dettare il passo sui rivali. Questo è il primo Round che lo spagnolo affronta su una pista dove non ha mai disputato una gara ma solo una giornata di test privati due settima prima della gara.
Apre la seconda fila Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK) ad 1”108 da Davies, lo segue Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team) che piazza così la prima Yamaha, mentre il suo compagno di squadra Michael van der Mark si trova alle spalle dei due piloti del BMW Motorrad WorldSBK Team, Tom Sykes e Markus Reiterberger.
Jordi Torres (Team Pedercini Racing) è il primo pilota indipendente sullo schieramento, lo spagnolo è in nona posizione davanti a Sandro Cortese (Pata Yamaha WorldSBK Team) e all’altro pilota indipendente Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing).
Marco Melandri continua ad essere in difficoltà e non va oltre la 12esima piazza, alle sue spalle troviamo la wildcard, Lorenzo Zanetti (Motocrosa Racing) davanti al sostituto di Eugene Laverty, infortunatosi ieri, Tommy Bridewell (Team Goeleven).
I primi sei classificati. Clicca qui per i risultati completi:
1.) Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati) 1’45.180 (New Lap Record)
2.) Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 1’45.307
3.) Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati) 1’46.081
4.) Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 1’46.288
5.) Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team) 1’46.306
6.) Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) 1’46.358

Copyright © 2017 Dorna WorldSBK. All rights reserved.