WSBK 2019 -Bautista è fiducioso per il titolo: “Matematicamente è ancora possibile!” Sunday, 14 July 2019

Dopo il weekend più duro della sua carriera nel WorldSBK – sia fisicamente che mentalmente – lo spagnolo spera di recuperare punti

Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati) ha iniziato la stagione del Campionato del mondo MOTUL FIM Superbike 2019 con delle triplette, ma a Laguna Seca è stata una tripletta di un altro tipo, una più difficile da accettare. Il debuttante spagnolo non è riuscito a segnare punti al Geico U.S. Round: caduto in Gara 1 e poi buttato fuori durante la Tissot Superpole Race dove ha recuperato un infortunio alla spalla, ragione per cui non è riuscito a disputare Gara 2.
Dopo i primi quattro round, nessuno avrebbe mai pensato che Bautista avrebbe lasciato la leadership del campionato, invece inizierà la pausa estiva col secondo posto a 81 punti di distacco da Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) che in California ha ottenuto due primi e un secondo posto.
Nonostante la caduta, lo spagnolo ha provato a prender parte a Gara 2 ma è tornato al box poco dopo la partenza. Dopo aver analizzato il Round finale prima delle vacanze estive, Bautista ha spiegato: “La fortuna ha smesso di assisterci per questo fine settimana. Dopo l’incidente di ieri, oggi avremmo avuto due gare nella Tissot Superpole Race, alla curva 2, Razgatlioglu mi ha passato all’esterno toccandomi e causando un incidente. Sfortunatamente, ho sbattuto la spalla molto, molto forte. Per fortuna non c’è niente di rotto ma ho molto dolore e alcuni problemi ai legamenti “.
Tornato a Laguna Seca a sei anni di distanza dalla sua ultima gara qui in MotoGP™, Bautista non poteva immaginarsi un fine settimana così catastrofico. La situazione si complica per lui visto che ci sono solo 12 gare e quattro round prima che il WorldSBK 2019 giunga al termine. In tre delle prossime quattro piste che accoglieranno il campionato, Bautista non ha mai gareggiato, potrà contare sull’esperienza accumulata durante i test invernali di Portimao.
Continuando a parlare del gap con Jonathan Rea e le speranze di diventare campione del WorldSBK alla sua stagione d’esordio nella serie, Bautista resta ottimista: “Matematicamente, è ancora possibile, ma sono anche un realista. In questo momento, il mio obiettivo è quello di godermi i quattro Round che rimangono. Saranno circuiti nuovi per me, ma cercherò di rimanere positivo e fare del mio meglio!”
Il fine settimana americano di Rea è stato completamente diverso rispetto a quello del suo rivale, infatti il campione del mondo in carica ha confermato ottimi risultati aumentando il suo vantaggio. Bautista, dal canto suo, cercherà una rimonta com’è successo diverse volte in questo campionato, nel 1998, 2002, 2009 e 2014.
Bautista riuscirà a riprendersi?
Copyright © 2017 Dorna WorldSBK. All rights reserved.