WSBK 2019 – Bautista batte il record della pista e si aggiudica la Superpole

Il pilota Ducati ottiene la sua prima pole position nel WorldSBK davanti alla Kawasaki di Rea e alla Yamaha di Lowes

La Tissot Superpole del Pirelli Thai Round si è svolta con temperature elevatissime, persino più alte di quelle dello scorso anno. Molti piloti sono usciti insieme per dar vita alla sessione ma sono negli ultimi otto minuti abbiamo assistito ad un vero spettacolo.
Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) e la sua Panigale V4 R non vogliono lasciare il comando della classifica dei tempi e centrano la Tissot Superpole registrando un crono da 1’31.912, nove decimi in meno rispetto al record del circuito registrato da Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) lo scorso anno. Il campione del mondo in carica ha migliorato i suoi parametri rispetto al venerdì sul Circuito Internazionale di Chang ma, pur avendo ridotto il distacco dal leader della giornata, non riesce ad imporsi davanti a Bautista. L’inglese chiude la Tissot Superpole a 0.429 secondi da Bautista. Mentre, Chaz Davies, compagno di squadra dello spagnolo, termina la sessione con la nona piazza.
Chiude la prima fila dello schieramento Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK. Team) che infila così la prima Yamaha in pista a circa mezzo secondo di distacco dal più veloce della giornata. L’inglese, che lo scorso anno salì sul podio in Thailandia, sta confermando la sua crescita e sarà il lizza per centrare il secondo podio consecutivo sulla pista del Buriram. Mentre il suo compagno di squadra, Michael van der Mark, si è trovato in difficoltà durante la Tissot Superpole e si trova in decima posizione. L’olandese avrà una gara in salita.
Quarto miglior tempo per Sandro Cortese (GRT Yamaha), pilota rivelazione di questo fine settimana, che nelle prime due giornate in Thailandia ha dimostrato una crescita costante e un ritmo che gli ha permesso di avvicinarsi a Bautista e a Rea già nel venerdì di prove libere. Sarà il primo tedesco a scattare dalla seconda fila dopo Markus Reiterberger a Sepang nel 2015; Cortese sarà senz’altro uno dei protagonisti di Gara 1. L’altro pilota del GRT Yamaha, Marco Melandri continua ad avere problemi di affidabilità sulla pista thailandese ma riesce comunque ad aprire la terza fila.
Quinto tempo per Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK) che ha trascorso gran parte della sessione col secondo miglior tempo ma i sette decimi di distacco dal leader della sessione lo fanno scivolare in secondo fila davanti a Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) che riesce a piazzare la sua nuova BMW S1000RR in sesta posizione. Il campione del mondo del 2013 ha centrato il suo miglior tempo durante l’ultimo giro regalando così la seconda fila consecutiva alla casa tedesca. Il suo compagno di squadra, Markus Reiterberger non è andato oltre l’11esima piazza.
Eugene Laverty (Team Goeleven Ducati) è ottavo davanti alla Ducati di Chaz Davies. Il miglior risultato del pilota irlandese in Thailandia è l’ottavo tempo in gara ma in questa occasione proverà a migliorare il suo personale record.
Alvaro Bautista è il primospagnolo a qualificarsi in pole position nella Tissot Superpole del sabato dai tempi di Carlos Checa a Phillip Island nel 2013. È anche il primo spagnolo a partire dalla prima fila in Buriram ed è la prima pole position per la Ducati in Thailandia!
Copyright © 2017 Dorna WorldSBK. All rights reserved.