WSBK 2019 -Bautista, 12+1 vittorie al Circuito de Jerez – Angel Nieto

Lo spagnolo rende omaggio al leggendario connazionale a cui è dedicata la pista andalusa, mentre alle sue spalle si svolgono battaglie 

Durante la Tissot Superpole Race abbiamo visto un’altra strordinaria prestazione di Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati) che ha firmato la 13esima vittoria della stagione, al suo primo anno nel Campionato del mondo MOTUL FIM Superbike. Lo spagnolo è arrivato, ancora una volta, solo al traguardo mentre i suoi rivali si battevano tra loro per raggiungerlo.

Buona la partenza di Bautista e di Marco Melandri (GRT Yamaha WorldSBK), già al primo giro Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK) era in terza posizione. Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) era quarto mentre Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team) e il suo compagno di squadra, Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team) seguivano l’inglese. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK), scattato dalla 19esima casella dopo una penalità inflittagli il sabato, dopo un giro era già già 10° mentre Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati) lo precedeva.

Una volta entrata nel pieno ritmo della gara, Bautista ha iniziato a spingere come aveva fatto in Gara 1 il sabato, Melandri è riuscito a respingere Haslam in terza posizione mentre cercava di ridurre il distacco dallo spagnolo. Van der Mark, nel frattempo, stava cercando di recuperare ma sembrava in difficoltà nel momento in cui provava un sorpasso.

Haslam, in terza posizione alle spalle di Bautista e di Melandri, è stato impegnato in una sfida contro Sykes. E’ stato un fine settimana disastroso fino ad ora per Lowes che, durante la Tissot Superpole Race, è caduto alla curva 7 centrando la sua prima doppietta di gare senza punti dopo la Gara 1 e 2 di Portimao del 2017. Il pilota inglese sta bene ma questo si sta trasformando in un Round da dimenticare per lui.

Van der Mark è invece riuscito a superare Haslam alla curva 6 dopo cinque giri, prima di trovarsi alle spalle di Melandri che l’ha superato due giri dopo. E’ stato un duello strepitoso quello tra Rea e Sykes, il campione del mondo in carica è riuscito a superare il connazionale e il proprio compagno di squadra in una sola mossa.

Bautista ottiene così la sua 13esima vittoria in campionato, ciò significa che scatterà dalla pole position in vista di Gara 2, insieme a lui in prima fila ci saranno van der Mark e Melandri. Rea aprirà la seconda fila dello schieramento seguito da Sykes e da Haslam.

La terza fila è composta da Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing), al suo fianco scatterà il padrone di casa Jordi Torres(Team Pedercini Racing), e nella nona casella ci sarà Sandro Cortese (GRT Yamaha WorldSBK). Chaz Davies chiude la top 10, ad Imola in questa stessa sessione ottenne il secondo posto.

 

I primi sei classificati. Clicca qui per vedere la classifica completa!

  1. Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati)
  2. Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team)
  3. Marco Melandri (GRT Yamaha WorldSBK)
  4. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK)
  5. Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team)
  6. Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK)