WSBK 2018 – Rea domina Gara 1 in Tailandia

Dopo aver perso la vittoria in Australia, il Campione del mondo in carica torna davanti a tutti in Tailandia

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) ha ottenuto una splendida vittoria in Gara 1 nel round tailandese MOTUL, dominando un weekend che lo ha visto prendersi la pole position, la vittoria ed il giro veloce. Per il tre volte campione del mondo non è stato semplice, Tom Sykes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) gli è stato attaccato e lo ha superato prendendosi la testa della gara. Ma poi Rea ha ricambiato il sorpasso ed è riuscito a prendere margine e gestire il vantaggio fino alla fine.

Sykes, invece, è piano piano finite nelle retrovie man mano che la gara andava avanti. Rea ha preso il comando del gruppo, Leon Camier (Red Bull Honda World Superbike Team) è stato secondo per un po’ di tempo e Sykes non è riuscito ad andare oltre la sesta posizione.

Camier è stato uno dei piloti che ha dato più spettacolo oggi, si è difeso e in alcune fasi è sembrato pronto a finire sul podio, come nel 2013. Alla fine ha perso contro Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati), che ha messo a segno una seconda parte di gara solida e ha ottenuto il suo secondo podio. Ma Camier, con la quarta posizione, ha la consolazione di partire dalla pole nella griglia rimischiata per Gara 2.

Dopo una Superpole deludente ed una caduta, l’autore della doppietta australiana Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati) è risalito fino alla quinta posizione al primo giro, ma è crollato di nuovo fino all’ottava posizione nonostante avesse fatto vedere un buon passo. La vittoria permette a Jonathan Rea di avvicinarsi a Melandri in classifica, che ora ha un vantaggio ridotto a soli due punti.

Nel frattempo Xavi Fores (Barni Racing Team), con un eccellente secondo posto, balza in terza posizione nella classifica generale. Il pilota indipendente ha sorpassato Sykes in pista i curva 3 e si è avvicinato a Leon Camier al giro 12, ottenendo così il miglior risultato delle sue 69 partenze. L’altro spagnolo, Jordi Torres (MV Agusta Reparto Corse), è svanito velocemente dopo una qualifica solida, ha avuto molte difficoltà mentre era in settima posizione ed è stato passato al penultimo giro da Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia).

Quello stesso giro ha visto Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK team) prendersi la quinta posizione su Tom Sykes e completare una seconda parte di gara in cui ha recuperato dall’ottavo posto. Lowes aveva nelle prime fasi di gara battagliato con il suo compagno di squadra Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team), prima che l’olandese scivolasse in settima posizione.

Con i primi dieci piloti separati da soli undici secondi in Gara 1 ed una classifica ribaltata rispetto a quella australiana, Gara 2 promette di essere molto accattivante.

Copyright © 2017 Dorna WorldSBK. All rights reserved.