WSBK 2018 – Davies trionfa in Gara 2 in Tailandia

Il pilota Ducati è il terzo pilota diverso a vincere le quattro gare del 2018 

In una seconda manche imprevedibile in Tailandia, Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati) l’ha spuntata su tutto il gruppo conquistando la 28esima vittoria in carrier, la prima al Chang International Circuit, diventando il terzo pilota diverso a vincere le prime quattro gare della stagione 2018 del Campionato Mondiale FIM Superbike. Davies ha guidato in maniera spettacolare, guadagnando posizioni giro dopo giro e prendendosi il comando della gara alla fine dell’ottavo giro e controllando la gara da quel momento fino al traguardo.

I due piloti del team Pata Yamaha, Michael Van Der Mark e Alex Lowes, approfittando del vantaggio dato dal rimescolamento della griglia di partenza in Gara 2, nelle prime fasi di gara hanno battagliato tra loro mentre tutto il resto del gruppo restava subito dietro. Lowes è stato il secondo dei tre piloti che sono stati al comando in un giro al Chang International Circuit quando ha passato Van Der Mark al secondo giro. Ma l’olandese lo ha sorpassato ed è stato in testa per i cinque giri seguenti. Entrambi sono stati passati da Davies e l’unica cosa che hanno potuto fare è stata tenere salde la seconda e la terza posizione, ottenendo il primo doppio podio Yamaha, che non arrivava dal 2016. Lowes, in particolare, è rimasto soddisfatto dal suo passo che è migliorato negli ultimi sette giri, cosa che gli ha permesso di ottenere l’ottavo podio in carriera.

Il record di vittorie della Kawasaki nel round tailandese è stato frantumato in una giornata in cui nessuno dei due piloti è riuscito a salire sul podio. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) non è riuscito a trarre vantaggio dalla griglia rimescolata, scivolando in nona posizione alla fine del primo giro e ritirandosi dalla gara qualche giro più tardi.

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) invece, ha concluso a tre secondi dal podio dopo una gara ricca di azioni. Il suo primo giro è stato eccellente, è risalito dalla nona alla quarta posizione e, con una serie di sorpassi aggressivi, Rea si stava dimostrando tra i favoriti per la vittoria e ha provato ad ottenere il suo secondo successo consecutivo. Ma il vincitore di Gara 1 ha lottato carena contro carena commettendo una serie di errori che lo hanno tagliato fuori dalla vittoria. Il suo primo duello è stato con Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati), completamente diverso da quello che abbiamo visto a Phillip Island. I due si sono scambiati le posizioni per più volte prima che Rea riuscisse a sopravanzarlo definitivamente.

Al nono giro, al sorpasso di Rea su Melandri, ne ha approfittato Xavi Forés (Barni Racing Team), che li ha sorpassati entrambi e si è portato in quarta posizione. Ma Rea lo ha ripreso ed è andato a passare il pilota indipendente al diciottesimo giro.

Nonostante questo non fosse il risultato in cui sperava, la rimonta di Rea fino alla quarta posizione ha cambiato la situazione della classifica generale. Marco Melandri ha avuto un’altra gara disastrosa nella quale non è andato oltre la settima posizione e non si è mai sentito bene con la moto. Xavi Forés, che era molto vicino in classifica a Rea e Melandri, è ora a cinque punti. Con i rivali tutti dietro di lui, Rea diventa il leader della classifica e l’uomo ad aver ottenuto più punti in due gare consecutive fra i primi tre piloti.

Tre dei primi dieci piloti in classifica non sono riusciti a finire Gara 2. Tom Sykes si è ritirato per un problema meccanico dopo sette giri e scivola in settima posizione nella generale a -26 punti dal leader. Il ritiro di Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) e Jordi Torres (MV Agusta Reparto Corse) è stato invece più spettacolare, i due piloti sono caduti al quinto giro mentre lottavano per l’ottava posizione: entrambi volano verso l’Europa fuori dalla top ten. Topral Razgatlioglu (Kawasaki Puccetti Racing) ha concluso Gara 2 in ottava posizione, davanti a Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia), che ha condotto una buona gara finendo in top ten nonostante la spalle infortunata.

Copyright © 2017 Dorna WorldSBK. All rights reserved.