WSBK 2018 – Davies conquista la sua prima pole dell’anno a Laguna Seca

Il pilota Aruba.it Ducati si è imposto in Superpole 2, davanti a Sykes e Rea

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati) ha conquistato la sua prima Tissot Superpole di questa stagione, solo la sesta della carriera, nelle fasi finali di qualifica al WeatherTech Raceway Laguna Seca. Il gallese torna in prima fila per la prima volta dopo Imola e sarà in una posizione favorevole per chiudere il gap con Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK), che parte dalla terza casella.

Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) e Loris Baz (GULF Althea BMW Racing Team) hanno passato la Superpole 1 e, nei primi momenti della SP2 è stato Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) ad andare al comando della classifica, prima dell’ultimo cambio gomme.

Laverty è stato il più rapido nel migliorare il suo miglior giro, ma è stato presto passato da Davies e da entrambe le Kawasaki. L’uomo Ducati aveva già dominato la sessione di libere di questa mattina ed il suo 1’22.282 ha rappresentato il crono da battere per i rivali negli ultimi giri.

Ma una caduta di Baz al Cavatappi ha costretto all’esposizione delle bandiere gialle e, obbligati a rallentare, i piloti non hanno avuto nessuna possibilità di battere il gallese. Davies conquista così la sua prima pole da Imola 2017, la seconda a Laguna Seca.

In prima fila con Davies ci sarà anche Tom Sykes (Kawasaki Racing Team WorldSBK), secondo a soli quindici millesimi di ritardo.

Laverty aprirà la seconda fila in Gara 1 del round statunitense GEICO e precede il suo compagno di squadra Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia), sesto. Tra i due si inserisce Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team), quinto. Dopo la sua prima vittoria nel WorldSBK, il pilota Yamaha affronterà una sfida complicata fra un paio d’ore, se vorrà replicare lo straordinario successo di Brno.

Leon Camier (Red Bull Honda World Superbike Team) continua a migliorare dopo l’infortunio e conquista la settima posizione, precedendo Xavi Fores (Barni Racing Team), ottavo. Chiude la terza fila van Der Mark, nono.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati) accusa quasi un secondo di ritardo dal suo compagno di squadra ed è stato forse il pilota maggiormente condizionato dalla caduta di Baz nel finale. L’italiano infatti non ha potuto completare l’ultimo giro cronometrato. La sua gara sarà in salita, perché partirà dalla decima posizione, davanti a Jordi Torres (MV Agusta Reparto Corse), undicesimo. Dodicesimo Baz, che non è riuscito a far segnare un tempo.

Copyright © 2017 Dorna WorldSBK. All rights reserved.