WSBK 2018- Australia, flag to flag per WorldSBK e WorldSSP

Domenica a Phillip Island verrà introdotta una nuova procedura

In attesa dell’ultimo giorno dello Yamaha Finance Australian Round, arriva l’annuncio che i piloti di World Superbike e World Supersport dovranno sfruttare il cosiddetto “flag to flag”, con i concorrenti del WorldSBK che rientreranno ai box dopo 12 giri, mentre quelli del WorldSSP potranno farlo dopo 9.

Lucas Mahias (GRT Yamaha Offical WorldSSP Team) partirà dalla pole position per la prima gara del FIM Supersport World Championship 2018, che domenica verrà accorciata a 16 giri per dare l’occasione ai protagonisti di lottare meglio per il successo.

23 WorldSSP piloti si schiereranno sulla griglia di partenza del Phillip Island Grand Prix Circuit di 4,4km, dove con l’inserimento del flag-to-flag è stato deciso di togliere due passaggi all’evento. Il format subisce una modifica in questo weekend.

I piloti del WorldSBK correranno Gara 2 di domenica con il “flag to flag” se le condizioni saranno asciutte. Ci sarà l’obbligo di rientro ai box al termine dei giri 10, 11 o 12; se invece dovesse essere fin da subito gara bagnata, allora si adotterà la procedura standard.

Gregorio Lavilla, Direttore Sportivo del WorldSBK, ha spiegato: “Purtroppo ci sono stati dei problemi con la durata delle gomme. Dopo un incontro con i team nel quale si è discusso delle possibili opzioni, abbiamo deciso che la cosa migliore sarebbe stata il “flag to flag”, che fortunatamente i nostri regolamenti prevedono. Normalmente lo utilizziamo per motivi climatici, mentre stavolta si tratta di altro. A meno che non piova”.

Copyright © 2017 Dorna WorldSBK. All rights reserved.