Sylvain Guintoli vince gara 1 ad Assen

Sylvain Guintoli vince gara 1 ad Assen

Assen (Paesi Bassi), domenica 27 aprile 2014 – La prima gara di giornata del Campionato Mondiale eni FIM Superbike è stata vinta da Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team), sul gradino più alto del podio per la quinta volta in carriera, la seconda in stagione dopo in successo in gara 2 a Phillip Island.

Il francese è scattato benissimo dalla seconda casella in griglia di partenza, prendendo il comando delle operazioni e cercando di fare il vuoto nelle prime fasi della corsa. Dall’ottavo giro in avanti, però, Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), risalito in seconda posizione a seguito di un sorpasso sul compagno di squadra Baz e su Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike), si è messo all’inseguimento del leader, riuscendo giro dopo giro a ridurre il gap.


Quando sembrava ormai imminente il
recupero da parte del Campione del Mondo sul francese di Casa Aprilia, l’esposizione della bandiera rossa durante del diciassettesimo giro, per il problema tecnico occorso a Geoff May (Team Hero EBR), ha portato alla fine anticipata della corsa.


Essendo transitato sul traguardo in terza posizione al termine del passaggio precedente, Rea ha conquistato il suo terzo podio in stagione, il quinto nelle ultime cinque edizioni del Mondiale al TT Circuit.


Gara
molto positiva per Toni Elias (Red Devils Aprilia), quinto, abile a prendere margine nelle tornate conclusive sui rivali Marco Melandri (Aprilia Racing Team), Chaz Davies (Ducati Superbike Team) e Leon Haslam (Pata Honda World Superbike), rispettivamente sesto, settimo e ottavo alla bandiera a scacchi.

Primo dei classificati della classe EVO, Niccolò Canepa (Althea Racing Team Ducati), decimo assoluto in gara preceduto da Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki).


Cadute invece per Eugene Laverty, che di Lowes è il compagno di squadra, Davide Giugliano (Ducati Superbike Team
), partito molto bene dalla sesta posizione, e per Christian Iddon (Bimota Alstare – EVO).


Risultati: 1. Guintoli (Aprilia) 16 giri/72.672 km in 25’56.636 media 168.067 km/h; 2. Sykes (Kawasaki) 1.259; 3. Rea (Honda) 4.116; 4. Baz (Kawasaki) 4.459; 5. Elias (Aprilia) 23.728; 6. Melandri (Aprilia) 25.478; 7. Davies (Ducati) 26.533; 8. Haslam (Honda) 26.696; 9. Lowes (Suzuki) 27.971; 10. Canepa (Ducati) 33.479; 11. Scassa (Kawasaki) 40.689; 12. Salom (Kawasaki) 40.803; 13. Camier (BMW) 41.086; 14. Corti (MV Agusta) 41.410; 15. Guarnoni (Kawasaki) 41.977; 16. Morais (Kawasaki) 1’08.454; 17. Andreozzi (Kawasaki) 1’19.067; 18. Bos (Honda) 1’19.076; 19. May (EBR) 1’29.475; 20. Toth (BMW) 1 Lap; RT. Fabrizio (Kawasaki); RT. Laverty (Suzuki); RT. Yates (EBR); RT. Sebestyen (BMW); RT. Giugliano (Ducati); NS. Foret(Kawasaki); SH. Badovini (Bimota) 35.101; SH. Iddon (Bimota).