Sykes detta legge nel venerdì di prove libere

Sykes detta legge nel venerdì di prove libere

Donington (Gran Bretagna), venerdì 23 maggio 2014 – La battaglia per l’accesso alla Tissot-Superpole, in programma domani alle 12 ora locale, si è chiusa oggi con il terzo turno di prove libere, che ha visto il miglior tempo fatto segnare dal Campione del Mondo Superbike in carica Tom Sykes (Kawasaki Racing Team). Il pilota inglese, che lo scorso anno fu l’assoluto dominatore dell’evento britannico, è stato l’unico a scendere sotto il muro del minuto e ventotto secondi, girando in 1’27.840 ed avvicinandosi in modo significativo al record della pista, sempre suo.

Seconda posizione per Davide Giugliano (Ducati Superbike Team), fermatosi a soli 242 millesimi dal leader e seguito, a mezzo centesimo di secondo, dall’alfiere ufficiale Aprilia, Sylvain Guintoli. Loris Baz (Kawasaki Racing Team), più veloce nella prima sessione della mattinata, ha terminato al quarto posto nonostante una caduta, occorsa alla curva 1, fortunatamente senza conseguenze per il transalpino.

Nella top 10 dei piloti qualificati direttamente alla Superpole 2 si collocano Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki), quinto, Marco Melandri (Aprilia Racing Team), Eugene Laverty (Voltcom Crescent Suzuki, i piloti Pata Honda Jonathan Rea e Leon Haslam e Chaz Davies (Ducati Superbike Team). Anche il gallese, come Baz, è stato protagonista di una scivolata alla curva 1 nelle fasi conclusive del turno.

Primo tra i piloti EVO è Niccolò Canepa (Althea Racing Team Ducati), undicesimo assoluto a precedere i rivali di categoria Leon Camier (BMW Motorrad Italia Superbike Team), Ayrton Badovini e Christian Iddon (Bimota Alstare).

Nonostante il tentativo di prendere parte all’evento, Bryan Staring, che ha preso il posto di Michel Fabrizio nel Team Grillini Racing Kawasaki EVO dopo Imola, è stato dichiarato “unfit”, a causa dell’infortunio al braccio destro rimediato durante una sessione di allenamento in bici, due settimane fa. Il debutto stagionale del pilota australiano è quindi rimandato alla prossima trasferta di Sepang.

I tempi: 1. Sykes (Kawasaki) 1’27.840 media 164.877 km/h; 2. Giugliano (Ducati) 1’28.082; 3. Guintoli (Aprilia) 1’28.132; 4. Baz (Kawasaki) 1’28.181; 5. Lowes (Suzuki) 1’28.187; 6. Melandri (Aprilia) 1’28.467; 7. Laverty (Suzuki) 1’28.495; 8. Rea (Honda) 1’28.665; 9. Haslam (Honda) 1’28.833; 10. Davies(Ducati) 1’28.947; 11. Canepa (Ducati) 1’29.435; 12. Camier (BMW) 1’29.684; 13. Iddon (Bimota) 1’29.999; 14. Badovini (Bimota) 1’29.999; 15. Salom(Kawasaki) 1’30.020; 16. Elias (Aprilia) 1’30.555; 17. Foret (Kawasaki) 1’30.643; 18. Guarnoni (Kawasaki) 1’31.135; 19. Corti (MV Agusta) 1’31.480; 20. Andreozzi (Kawasaki) 1’31.877; 21. Lanusse (Kawasaki) 1’32.032; 22. Morais (Kawasaki) 1’32.064; 23. Toth (BMW) 1’32.339; 24. Yates (EBR) 1’32.615;NC. May (EBR) 1’34.194; NC. Sebestyen (BMW) 1’34.519; NC. Staring (Kawasaki) 1’35.916.

Mondiale Supersport

Il secondo turno di libere del Mondiale Supersport è stato caratterizzato dall’avvento della pioggia a quattordici minuti dal termine, che ha tolto qualche minuto prezioso ai piloti, alla ricerca del miglior tempo di giornata. I protagonisti della competizione sono riusciti comunque a tornare a spingere al massimo nel finale, con Kenan Sofuoglu (Mahi Racing Team India Kawasaki) capace di far segnare un crono di 1’31.196 al penultimo tentativo prima della bandiera… (leggi)

Times: 1. Sofuoglu (Kawasaki) 1’31.196 average 158.810 kph; 2. Vd Mark (Honda) 1’31.313; 3. Coghlan (Yamaha) 1’31.340; 4. Marino (Kawasaki) 1’31.568; 5. Zanetti (Honda) 1’31.658; 6. Jacobsen (Kawasaki) 1’31.669; 7. Kennedy (Honda) 1’31.870; 8. Tamburini (Kawasaki) 1’31.934; 9. De Rosa(Honda) 1’32.033; 10. Cluzel (MV Agusta) 1’32.171; 11. Wilairot (Honda) 1’32.237; 12. Russo (Honda) 1’32.366; 13. Rolfo (Kawasaki) 1’32.556; 14. Nocco(Kawasaki) 1’32.567; 15. Bussolotti (Honda) 1’32.639; etc.