Pole con quasi caduta per Davide Giugliano – Imola Wsbk 2015

Ritorno stellare per il pilota Ducati, che ha la meglio su Sykes e Rea.

Davide Giugliano ha conquistato la Tissot-Superpole ad Imola al termine di una chiara dimostrazione del suo talento cristallino, essendo il pilota Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team al rientro dopo due mesi e mezzo di stop, in quello che è il suo primo fine settimana di gara della stagione. Il pilota romano ha fatto segnare un tempo 1’46.382 che gli è valso la prima casella di partenza nonostante una quasi caduta nel cambio di direzione della “Variante Bassa”, l’ultima impegnativa chicane prima del traguardo. Per Giugliano si tratta della quarta partenza al palo della carriera, la 166esima per Ducati nella competizione.

Completano la prima fila, per le due gare di 19 giri in programma domani, i piloti del Kawasaki Racing Team Tom Sykes and Jonathan Rea, rispettivamente secondo e terzo alla bandiera a scacchi e davanti all’altro pilota ufficiale Ducati Chaz Davies ed a Leon Haslam (Aprilia Racing Team – Red Devils).

L’inglese della Casa di Noale è riuscito a recuperare un paio di posizioni dopo la scivolata alla curva 15 di cui è stato protagonista a dieci minuti dal termine della Superpole 2, precedendo  il compagno di squadra Jordi Torres, Leandro Mercado (Barni Racing Ducati), autore della sua migliore qualifica fino ad ora nel Mondiale Superbike, ad Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia), Michael van der Mark (Pata Honda World Superbike) e David Salom (Team Pedercini Kawasaki), che completa la top 10.

A chiudere le prime quattro file dello schieramento si piazzano Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki) e Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse), quest’ultimo non in grado di far segnare alcun tempo valido nella seconda sessione a causa di un problema tecnico occorso nel finale del turno precedente.