Melandri vince gara 2 davanti a Guintoli, Sykes quarto

 

Melandri vince gara 2 davanti a Guintoli, Sykes quarto

Magny-Cours (Francia), domenica 5 ottobre 2014 – L’Aprilia Racing Team ha dominato anche la seconda gara di giornata per il Campionato Mondiale eni FIM Superbike, che ha chiuso il penultimo round della stagione. Sotto la pioggia di Magny-Cours, Marco Melandri ha preceduto al traguardo il compagno di squadra Sylvain Guintoli di 2 secondi e 6 decimi, dopo aver allungato nel giro conclusivo. Per Melandri si tratta della sesta vittoria in stagione, nelle sole ultime dodici gare, per un totale di diciannove successi nella competizione.

Dietro la coppia ufficiale di Noale, Leon Haslam (Pata Honda World Superbike) ha avuto la meglio sul capo classifica Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), grazie ad un sorpasso incredibile all’esterno nel corso del penultimo passaggio, conquistando il suo primo podio da pilota Pata Honda. Il pilota KRT, quarto al traguardo, vede quindi il suo vantaggio in classifica su Guintoli ridursi ulteriormente a 12 punti, in attesa dell’ultimo round in programma a Losail, Qatar, il prossimo 2 novembre.
Quinta e sesta posizione per i due piloti del 3C Racing Team Ducati Lorenzo Lanzi e Max Neukirchner, presenti a questo round in qualità di wildcard e seguiti da Loris Baz (Kawasaki Racing Team), Claudio Corti (MV Agusta Reparto Corse), Chaz Davies (Ducati Superbike Team) e Niccolò Canepa (Althea Racing Team), primo classificato della categoria EVO. Fabien Foret (Team Pedercini Kawasaki) chiude la sua carriera in WSBK con un undicesimo posto, a precedere la coppia del Team Toth BMW composta in ordine da Gabor Rizmayer e Imre Toth.
Tante le cadute anche in questa seconda gara, tra cui quelle avvenute in testa alla corsa e che hanno visto protagonisti prima Davide Giugliano (Ducati Superbike Team) e successivamente Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike). Nuovamente a terra entrambi i piloti Voltcom Crescent Suzuki Eugene Laverty ed Alex  Lowes, con l’irlandese che, a differenza di gara 1, non è riuscito a riprendere la via della pista. Si è chiuso con un ritiro il weekend francese di Toni Elias (Red Devils Roma Aprilia), tornato ai box a conclusione del giro di warm up.

Risultati: 1. Melandri (Aprilia) 19 giri/83.809 km in 36’25.402 media 138.058 km/h; 2. Guintoli (Aprilia) 2.669; 3. Haslam (Honda) 16.450; 4. Sykes (Kawasaki) 20.759; 5. Lanzi (Ducati) 46.689; 6. Neukirchner (Ducati) 58.490; 7. Baz (Kawasaki) 1’03.100; 8. Corti (MV Agusta) 1’24.699; 9. Davies (Ducati) 1’27.899; 10. Canepa (Ducati) 1’51.706; 11. Foret (Kawasaki) 1 Lap; 12. Rizmayer (BMW) 2 Laps; 13. Toth (BMW) 2 Laps; RT. Staring (Kawasaki); RT. Laverty (Suzuki); RT. Fores (Ducati); RT. Guarnoni (Kawasaki); RT. Rea (Honda); RT. Barrier (BMW); RT. Morais (Kawasaki); RT. Giugliano (Ducati); RT. May (EBR); RT. Lowes (Suzuki); RT. Yates (EBR); RT. Elias (Aprilia); RT. Salchaud (MV Agusta); NS. Andreozzi (Kawasaki).


Classifica (Dopo 11 di 12 round):
1. Sykes 378; 2. Guintoli 366; 3. Melandri 312; 4. Rea 301; 5. Baz 282; 6. Davies 195; 7. Haslam 176; 8. Giugliano 162; 9. Laverty 154; 10. Elias 151; 11. Lowes 126; 12. Salom 95; 13. Canepa 65; 14. Guarnoni 45; 15. Barrier 38; 16. Camier 37; 17. Corti 25; 18. Morais 24; 19. Andreozzi 21; 20. Foret 20; 21. Lanzi 19; 22. Neukirchner 17; 23. Scassa 16; 24. Staring 14; 25. Rizmayer 7; 26. Allerton 6; 27. Bos 5; 28. Toth 5; 29. Goi 5; 30. Russo 5; 31. Pegram 2; 32. Fabrizio 2; 33. Lanusse 1. Costruttori: 1. Aprilia 418; 2. Kawasaki 395; 3. Honda 317; 4. Ducati 269; 5. Suzuki 220; 6. BMW 79; 7. MV Agusta 32; 8. EBR 2.


Mondiale Supersport

Jules Cluzel (MV Agusta Reparto Corse) ha alzato le mani al cielo al termine della penultima gara della stagione, conclusasi anticipatamente nel corso del dodicesimo giro per questioni di sicurezza, a causa della rottura di un air fence. Il pilota transalpino ritorna sul gradino più alto del podio nella propria gara di casa dopo l’affermazione del 2012, conquistando il secondo posto della classifica ai danni di Florian Marino (Intermoto Ponyexpres Kawasaki), quinto al traguardo. Completano il podio Michael van… (leggi)


Risultati:
1. Cluzel (MV Agusta) 12 giri/52.932 km in 23’54.426 media 132.844 km/h; 2. vd Mark (Honda) 20.274; 3. Rolfo (Kawasaki) 24.232; 4. Zanetti (Honda) 24.911; 5. Marino (Kawasaki) 26.599; 6. Coghlan (Yamaha) 26.860; 7. Tamburini (Kawasaki) 28.110; 8. Jacobsen (Kawasaki) 29.777; 9. Wilairot (Honda) 53.463; 10. Schmitter (Yamaha) 54.266; 11. Marconi (Honda) 57.226; 12. Law (Kawasaki) 1’07.547; 13. Davies (Honda) 1’10.889; 14. Gamarino (Kawasaki) 1’20.101; 15. Roccoli (MV Agusta) 1’27.838; etc.


Classifica (dopo 10 di 11 round):
1. vd Mark 205; 2. Cluzel 132; 3. Marino 120; 4. Zanetti 103; 5. Coghlan 98; 6. Jacobsen 95; 7. Rolfo 87; 8. Sofuoglu 86; 9. De Rosa 67; 10. Tamburini 63; 11. Kennedy 56; 12. Wilairot 50; 13. Bussolotti 30; 14. Nocco 27; 15. Wahr 26; 16. Russo 25; 17. Gamarino 25; 18. Menghi 20; 19. Leonov 19; 20. Schmitter 14; etc. Costruttori:  1. Honda 226; 2. Kawasaki 171; 3. MV Agusta 146; 4. Yamaha 108; 5. Triumph 9.