Campione del Mondo Supersport 2014 : Michael van der Mark (Pata Honda World Supersport)

Non contento di un semplice piazzamento che gli sarebbe valso comunque il titolo, Michael van der Mark (Pata Honda World Supersport) ha comunque deciso di andare a vincere la gara del Mondiale Supersport di Jerez, una delle più spettacolari in stagione.

Non è stato un compito facile quello del neo Campione del Mondo Supersport, il quale si è ritrovato ad inseguire già dal giro iniziale della corsa, a causa di un lungo alla prima staccata. Ritrovatosi in fondo ad un folto gruppo di avversari agguerriti, l’olandese ha inizialmente preferito non rischiare, salvo poi inserirsi nella battaglia, prendedosi anche qualche rischio.

I sorpassi nel gruppo di testa, le piccole sbavature e le manovre al limite non sono mancate, con Jules Cluzel (MV Agusta Reparto Corse) che ha provato tutto il possibile per restare davanti al capo classifica ed allo stesso tempo cercare di avere la meglio su un competitivo Florian Marino (Intermoto Ponyexpres Kawasaki).

A conclusione del penultimo passaggio, dopo aver quasi portato a termine un sorpasso per la testa della corsa ai danni proprio di Marino, Cluzel ha perso il controllo della sua F3 675, costringendo il connazionale a rallentare per evitarlo. Da questa debacle hanno tratto vantaggio van der Mark e l’altro pilota Intermoto Ponyexpres Kawasaki PJ Jacobsen, rispettivamente primo e secondo al traguardo.

Con Marino sul gradino più basso, il quarto posto è andato a Jack Kennedy (CIA Insurance Honda), seguito da Kev Coghlan (DMC-Panavto Yamaha), da Lorenzo Zanetti (Pata Honda World Supersport) e da Roberto Rolfo (Team Go Eleven Kawasaki). Hanno completato la top 10 Ratthapark Wilairot (Core PTR Honda), Alessandro Nocco e Roberto Tamburini (San Carlo Puccetti Racing Kawasaki), rispettivamente ottavo, nono e decimo.

Nonostante la partenza dalla pit lane, Kenan Sofuoglu (San Carlo Pucceetti Racing Kawasaki) ha chiuso al tredicesimo posto, dietro alle wildcard Dominic Schmitter (HAGN-SKM Racing Team Yamaha) e Vladimir Leonov (Rivamoto Honda).